Search
  • aridag5

Il "Quintetto d'Istanbul" in Liguria! (The "Istanbul Quintet" in Liguria)

Updated: Sep 26


Carissimi lettori, scrittori, poeti, sognatori, nomadi o stanziali,

Se per caso foste in Liguria, unitevi a noi per la prima tappa del tour italiano dedicato al "Quintetto d'Istanbul" (Ensemble Edizioni, Roma), racconto letterario a cinque voci su come si vive tra scrittura e transcultura.

Ci vediamo tutti a SESTRI LEVANTE,

SABATO 18 SETTEMBRE ALLE ORE 18.00

sulla terrazza con vista mare dell'ex convento dell'Annunziata.

Registrazione e Green Pass obbligatori.


https://www.sestri-levante.net/events-category/palazzo-fascie/


Per registrarsi basta inviare un email a: iat@comune.sestri-levante.ge.it oppure chiamare il Comune di Sestri Levante al numero 0185 478530


Buona fine d'estate!






Sommario: Uno scrittore è un neonomade, un poliglotta, un dispatriato, un instancabile viaggiatore. Si adatta ai vari ambienti culturali in cui scrive e che descrive, ed è così che fa cultura, che la reinventa per il nuovo secolo. Arianna Dagnino incontra in queste pagine cinque scrittori transculturali, il suo Quintetto: nell’anno delle frontiere chiuse, dialoga su un treno per Istanbul con Ilija Trojanow, sorseggia una tazza di çay con Brian Castro, è nuda tra i vapori di un bagno turco con Inez Baranay, veleggia a bordo di un caicco con Alberto Manguel, conversa sognante all’ombra della Torre di Galata con Tim Parks. Pronunciate in una sorta d’immaginario salotto letterario sulle rive del Bosforo, all’incrocio tra Europa e Asia, le parole di questa nuova specie di scrittori sono il materiale alluvionale sul quale si va edificando la nuova corrente letteraria del Transculturalismo.


"In questo libro stimolante Arianna Dagnino identifica una schiera di scrittori che, con la facilità con cui si muovono tra domicili, lingue e culture, si ritrovano più avanti di altri nell'esprimere una nascente sensibilità transculturale. In una serie di interviste, intervallate da estratti dei suoi diari di viaggio e sottoposte a un lieve processo di rielaborazione narrativa condotto con la mano abile del romanziere, Dagnino presenta le riflessioni di cinque scrittori sulla loro genesi, la loro situazione attuale e i loro obiettivi futuri in un mondo sempre più globalizzato – riflessioni tanto interessanti quanto lungimiranti [... ]. Il Quintetto è un contributo significativo allo studio della metamorfosi della cultura letteraria nel tempo della dissoluzione dei confini culturali.” J.M. Coetzee, Premio Nobel per la Letteratura


"Partendo dall'idea che viviamo in un'epoca di sempre maggiore interconnessione, il libro si concentra sulle esperienze biografiche e sulla produzione letteraria di un gruppo di scrittori culturalmente mobili e come tali definiti transculturali. [...] È un libro che fa crescere la nostra consapevolezza degli sviluppi della letteratura oggi e ci dà gli strumenti per avvicinarci ai testi da nuove prospettive.” Maurizio Ascari, Università di Bologna


Arianna Dagnino (Genova, 1963) è scrittrice, giornalista, traduttrice letteraria e docente e ricercatrice presso la University of British Columbia. Ha collaborato con importanti case editrici italiane (tra cui Baldini & Castoldi, Castelvecchi, Fazi, Mondadori) e le maggiori testate giornalistiche nazionali (“La Stampa”, “Il Corriere della Sera”, “Nova/Il Sole 24 Ore”, “L’Espresso”). E’ autrice dei romanzi transculturali Fossili (Fazi) e The Afrikaner (Guernica Editions); di numerosi saggi sull’impatto dell’innovazione tecno-scientifica e delle dinamiche socio-culturali innescate dalla globalizzazione; e di articoli per le più quotate riviste nel campo della letteratura comparata e degli studi transculturali.

www.ariannadagnino.com




A warm thank you to the Canada Council for the Arts for their support in this Italian book tour of the "Istanbul Quintet" – https://canadacouncil.ca



19 views0 comments